ALLENAMENTO

  

                                                  

 

Questo è il punto chiave che forma l’allievo nella preparazione fisica dell’arte del kung-fu.

Voglio far presente che per intraprendere questa disciplina la miglior cosa da fare è quella di aver come insegnante un buon istruttore o maestro con tanta esperienza sulle spalle.

L’allenamento deve essere praticato il meglio possibile e prima di iniziare un arte marziale senza avere mai avuto punti di riferimento o preparazioni atletiche antecedenti, consiglio di acquistare dei buoni libri sulla preparazione ginnica, anatomia e biomeccanica del corpo umano e sullo stretching, onde evitare spiacevoli conseguenze per coloro non pratici che verranno istruiti da insegnanti con poca esperienza nel settore.

Un allenamento sufficiente che possa portare a dei buoni risultati non deve essere inferiore alle tre lezioni a settimana di un ora e mezza due di allenamento ciascuna; se vogliamo invece aumentare le prestazioni, allora aumenteremo sia le ore che i giorni fino a raggiungere allenamenti svolti tutti i giorni. Allenarsi tutti i giorni richiede un energia maggiore al normale allenamento delle tre volte a settimana, per cui dobbiamo studiare e mirare ogni tipo di allenamento opportuno con intelligenza e professionalità, altrimenti si potrà raggiungere la cosiddetta crisi, ovvero il superallenamento, accusando invece che benefici, stress mentale, crollo dei valori metabolici e soprattutto lesioni muscolari. Continuando il discorso dell’allenamento, un buon insegnante preparerà i suoi allievi ad un buon riscaldamento aerobico, in quanto gli obbiettivi più importanti dell’attività aerobica sono principalmente gli aumenti di temperatura corporea, frequenza cardiaca ottimale, ritmo respiratorio, glucosio ematico, dilatazione vasi, gettata sistolica e lubrificazione sinoviale.

Eseguita questa prima fase si passerà al riscaldamento specifico delle articolazioni, per evitare conseguenze traumatiche nell'eseguire le tecniche durante le lezioni.

Le zone più sollecitate del corpo umano nell’arte marziale sono le articolazioni: infatti le prime riguardano ginocchia, anca, gomiti e spalle, quindi riscaldarle bene oltre a prepararle ad un colpo violento e ad un eccessivo aggravio del carico sull’articolazione stessa, darà una migliore risposta anche a livello muscolare.

Dopo questa premessa al riscaldamento si deve passare immediatamente alla seduta di stretching, in quanto l’aumento della temperatura corporea eseguita nel riscaldamento aumenta notevolmente la flessibilità, e tutto questo serve a preparare il muscolo e le articolazioni a movimenti isotonici veloci, perché i muscoli nell’arte del kung-fu, subiscono ripetuti allungamenti e restringimenti molto violenti soprattutto nei cosiddetti organi del golgi che sono incapsulati nelle fibre dei tendini. 

 

                                                                                                                                          ( Fabio Romano)

 

http://www.radicaliliberi.net/
Vedi!
http://www.radicaliliberi.net/
click here
Ver!
http://energy-beautybar.com/es/