ORDINAMENTO


 

 

                                       ORDINAMENTO MARZIALE DEL KUNG-FU-KU-JUTSU-DO

 

 

KU-JUTSU-DO “ VIA-DELL’ARTE-VUOTA”

 

Nasce da un insieme di stili marziali cinesi e giapponesi, e si evolve per adattarsi al mondo occidentale, rispettando i veri valori marziali che come semi dell’essenza umana devono fiorire nella gioia dell’anima e nel rispetto di un giusto percorso per conoscere se stessi.

 

Il kung-fu-ku-jutsu-do, vuol rappresentare  una ciotola vuota che si riempie e si svuota senza mai trattenere, per poi essere riempita da nuova sostanza in modo continuo e perpetuo; è come l’Universo che avanza e si trasforma lentamente nella sua evoluzione naturale, rispettando il ciclo del passato ma rinnovando continuamente la sua perfezione per la situazione presente. Se l’Universo si fermasse ci sarebbe un disordine totale, così anche quest’arte vuol seguire il suo ciclo evolutivo senza mai arrestarsi ai vincoli illusori, dove sempre più la vita tende a nascondere la vera realtà dell’esistenza.

 

 

Indumento marziale

 

Karategi bianco, da cintura bianca a cintura verde

Karategi con pantalone nero e casacca bianca, da cintura blu a cintura marrone

Karategi nero, da cintura nera

 

Cinture

 

Bianco, giallo, arancione, verde, blu, marrone, nero.

 

Qualifiche da insegnante

 

Istruttore e Maestro

 

Ogni istruttore può dare la qualifica da istruttore ad un suo allievo dando sempre notizia al più anziano della scuola

 

click here
Ver!
http://energy-beautybar.com/es/

Per la qualifica a maestro, devono esserci sempre presenti due maestri sul posto, preferibilmente i due più anziani della scuola.

 

Attestati da insegnante

 

Gli attestati saranno uno interno della scuola e un secondo a richiesta dello csen, centro sportivo educativo nazionale, riconosciuto dal CONI, sempre dietro iscrizione annuale dello stesso.

L’attestato da maestro sarà firmato dal maestro che ha preparato l’allievo e dal maestro più anziano come riconoscimento di fratellanza

 

Incontri

 

Durante l’anno si decideranno stage interni dove verranno avvisati tutti gli insegnanti della scuola.

Indipendentemente dai stage gli insegnanti possono a loro piacere contattarsi tra di loro per incontrarsi con i propri allievi e praticare l’arte marziale.

Ogni istruttore è libero di praticare stage di altri stili e fare esperienza.

Un giorno dell’anno dovrà essere stabilito per un incontro tra sole cinture nere ed esaminare se l’andamento procede secondo valori nobili.

                                                                                                            

                                                                                     ( Fabio Romano)